Dall'Oste ristoranti Firenze

menù - cantina - offerte speciali - bistecca - la storia della bistecca fiorentina - come selezioniamo la carne - preparazione della bistecca alla fiorentina - gallery - prenotazioni - contatti
- La storia della bistecca fiorentina - Come selezioniamo la nostra carne - Preparazione della bistecca alla fiorentina

VISUALIZZA IL NOSTRO VIDEO

La storia della bistecca alla fiorentina é antica quanto la città da cui prende il nome.
Se vogliamo risalire all'origine del suo nome dobbiamo fare un salto indietro nel tempo fino a quando
la famiglia dei Medici governava la città di Firenze,
ovvero fra il XV ed il XVII secolo.


Per i festeggiamenti di San Lorenzo, il 10 di Agosto, i signori della città avevano l'usanza di accendere
dei grandi falò nelle piazze fiorentine su cui facevano arrostire grosse quantità di carne di vitello
che poi distribuivano al popolo. Questi grandi festeggiamenti e la possibilità di potersi cibare gratuitamente
di così tanta squisita carne fecero diventare questo evento molto noto e sicuramente tra i più attesi.

Un'altra versione, invece, fa risalire l'origine della bistecca alla fiorentina agli inglesi
e per capirne il motivo va precisato un altro aspetto importante della città di Firenze:
nell'800 la città era un importante crocevia dove si incontravano viaggiatori e commercianti
provenienti da tutto il mondo. Alcuni mercanti inglesi, presenti a questi festeggiamenti,
ebbero occasione di mangiare la carne di vitello e, trovandola particolarmente buona,
iniziarono a richiederla a gran voce nella loro lingua: "beef steak! beef steak!".

Seguendo la pronuncia la "bif steik" fu per i fiorentini la bistecca per giungere così sino ai giorni nostri.

Prima di procedere con i particolari di scelta, preparazione e segreti che contraddistinguono l'Osteria dall'Oste,
va mensionato anche l'esperto culinario Pellegrino Artusi che, nel suo manuale
"La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene", ricorda la bistecca alla fiorentina così:
"... braciola col suo osso, grossa un dito o un dito e mezzo, tagliata dalla lombata di vitella. ".

Ricordando che questo piatto é per Firenze un nome,
una tradizione di cui si fregiano con orgoglio i suoi abitanti, dobbiamo specificare che per i fiorentini la vitella
é una bestia chianina di 700 chili circa da cui ricavano le bistecche nel filetto
con un'altezza di una costola
e mezzo fino ad arrivare ad un peso di 1,5 chili ciascuna.
Queste devono essere bestie che non hanno mai lavorato per poter affrire la carne migliore,
quella a cui l'Osteria dall'Oste ricorre per proporre ai propri clienti la migliore bistecca alla fiorentina.